Accedi al corso

Presentazione progetto PARI

Il progetto PARI

All'interno di questo sito alla voce FOUCOL (nel menù orizzontale)
è attivo FOUCOL, il FOrum Universitario di COnsulenza per il corso di laurea in Lettere.
FOUCOL è un nuovo strumento dei corsi di laurea in:
Lettere triennale
Lettere moderne magistrale
Filologia, letterature e storia dell’antichità magistrale
creato per chiarire dubbi e difficoltà, per confrontarsi e per raccogliere suggerimenti utili per migliorare il percorso di studi.


Cos’è PARI?
PARI (Progetto di Accertamento dei Requisiti in Ingresso) è un progetto della Facoltà di Studi Umanistici rivolto agli studenti delle scuole secondarie superiori che sono interessati ai corsi di laurea triennali in Lettere, Filosofia, Storia, Scienze dei beni culturali, Scienze umane dell'ambiente, del territorio e del paesaggio.

Il progetto nasce dall'esperienza di didattica universitaria emersa dalla riforma (3+2) e si fonda sulla convinzione che lo studente debba essere messo in condizione, qualunque sia la sua formazione scolastica superiore, di autovalutare il possesso di conoscenze e di competenze che la struttura universitaria alla quale sta per iscriversi ritiene indispensabili per affrontare gli studi con i migliori risultati. Il fine, quindi, è anzitutto quello di consentire un'autovalutazione di abilità e conoscenze utile per una scelta consapevole del corso di laurea e per un inserimento proficuo nel mondo dell’università.
Il progetto inoltre fornisce uno strumento per certificare, in ottemperanza all'attuale legislazione universitaria, il possesso dei requisiti di base per l'accesso alle lauree triennali.

A chi è rivolto?
A tutti gli studenti che frequentano il quinto anno delle scuole superiori, e in particolare a coloro che hanno interesse per i corsi di laurea della Facoltà di Studi Umanistici e alle matricole che si iscriveranno ai corsi di laurea coinvolti nel progetto.

Controllare per ciascun corso di laurea triennale che cosa è previsto.

ANNO ACCADEMICO 2017-2018 (apertura immatricolazioni luglio 2017)
Per l'ammissione ai corsi di laurea triennali della Facoltà di Studi Umanistici è previsto un test di ingresso obbligatorio e selettivo per il quale è necessario iscriversi nei tempi e con le modalità previste dai bandi specifici per i diversi corsi di studio.
Il progetto Pari offre alle aspiranti matricole dei corsi di laurea triennali della Facoltà di Studi umanistici uno strumento significativo per prepararsi alle prove di accesso ai corsi di laurea a numero programmato.

Verificare nel bando di ammissione del singolo corso di laurea come è strutturato il test di ingresso.
È consigliabile esercitarsi per il test di ingresso svolgendo le simulazioni inserite nel presente sito.

ANNO ACCADEMICO 2016-2017 (APERTURA IMMATRICOLAZIONI LUGLIO 2016)
I corsi di laurea triennale in:
Storia, Scienze umane dell'ambiente, del territorio e del paesaggio e Filosofia
sono ad accesso libero (cioè non prevedono test di ingresso) e prevedono che debbano partecipare alla prova Pari, dopo l’immatricolazione, solo gli studenti che abbiano conseguito la maturità con una votazione inferiore ai 70/100 oppure per il cdl in Filosofia anche gli studenti che non abbiano seguito nel proprio itinerario di studio discipline fondanti del corso di laurea (ad es. filosofia) a prescindere dal voto di maturità.

Il corso di laurea in Scienze dei Beni culturali:
prevede un test di ingresso obbligatorio ma non selettivo per potersi immatricolare.
Partecipano al progetto Pari solo le matricole con una votazione inferiore ai 70/100.

Il corso di laurea in Lettere:
prevede lo svolgimento di un test di ingresso obbligatorio ma non selettivo per potersi immatricolare.
Tutti coloro, a prescindere dal voto di maturità, che svolgeranno il test di ingresso con esito negativo potranno immatricolarsi ma avranno l’obbligo di attività formative aggiuntive volte a colmare le lacune iniziali.
Il test di ingresso obbligatorio ma non selettivo verifica il possesso di conoscenze di base in letteratura e lingua italiana, storia, cultura generale e di adeguate capacità di comprensione testuale, secondo il modello del progetto Pari. Secondo le forme di attività previste dal progetto Pari si svolgeranno poi percorso e verifica di recupero per gli studenti con esito negativo nella prova in ingresso.
Nel sito del corso di laurea in Lettere, alla seguente pagina http://users2.unimi.it/cdl-lettere/?page_id=2768 , le informazioni sul test di ingresso per Lettere.
Gli studenti con esito negativo al test di ingresso riceveranno comunicazione alla casella di posta di ateneo delle date, modalità e forma di recupero.

Quando si svolgono le prove Pari?
Per i corsi di laurea in
Storia, Scienze umane dell’ambiente, del territorio e del paesaggio, Scienze dei Beni culturali e Filosofia le prove Pari si svolgono di norma in 2 sessioni: aprile e settembre.
Per le matricole dell’anno accademico 2016-17 quindi le prove indicativamente saranno nei mesi di aprile 2017 e settembre 2017 (eventuali variazioni nelle sessioni saranno comunicate dai corsi di laurea).


Modalità di svolgimento della prova Pari
La prova si svolgerà in aula informatica e sarà identica nella forma, ma diversa nelle singole domande, a quella presente in questo sito.
Si consiglia quindi di entrare nel presente sito e svolgere le simulazioni degli esercizi.
In caso di non superamento della prova Pari, saranno segnalate agli studenti eventuali debolezze di preparazione e indicate modalità di recupero, senza creare alcuna forma di sbarramento nel loro percorso di studi.

Chi non partecipa al progetto Pari:
non partecipano alla prove Pari tutti gli iscritti ai corsi di laurea in Storia, Scienze umane dell’ambiente, del territorio e del paesaggio, Scienze dei Beni culturali e Filosofia (se tali matricole hanno studiato filosofia alle superiori) che hanno conseguito alla maturità una votazione di 70/100 o superiore a 70/100.

Sono escluse anche le matricole con vecchio diploma di maturità in sessantesimi e gli iscritti alle seconde lauree.

Gli studenti iscritti ai corsi di laurea triennale in
Lingue e Letterature straniere e Scienze umanistiche per la comunicazione NON devono partecipare in nessuna forma alla prova di accertamento del progetto Pari.


ANNO ACCADEMICO 2016-2017
Le prove Pari per le matricole 2016-17 si svolgeranno nel mese di maggio 2017 e nel mese di ottobre 2017.
Si ricorda che la prova si rivolge agli studenti immatricolati e si svolge in aula informatica, è necessario presentarsi in aula consapevoli delle credenziali di posta di ateneo (indirizzo di posta di ateneo e relativa password).

Il CALENDARIO delle date delle prova Pari a.a. 2016-2017 per ciascun cdl e le modalità di iscrizione sono disponibili in questa pagina del sito di Facoltà:
http://www.studiumanistici.unimi.it/5421_ITA_HTML.html


Gli ESITI delle prove Pari per ciascun cdl sono disponibili in questa pagina del sito di Facoltà:
http://www.studiumanistici.unimi.it/5582_ITA_HTML.html

Per maggiori informazioni rivolgersi alle Segreterie didattiche dei singoli corsi di laurea.


ATTENZIONE
Per entrare in questo sito (quando non si è ancora immatricolati ai corsi di laurea) è necessario aver prima creato il proprio utente ariel.

La procedura di registrazione è disponibile nella home page del portale ariel.
Le credenziali utilizzate per registrarsi al portale unimi, come utenti esterni, non sono valide per il portale ariel.

Dopo avere creato l'utente ariel cliccare su "ACCEDI ALL'AMBIENTE DI SIMULAZIONE" in questa home page ed eseguire l'autenticazione inserendo come
Nome utente: l'indirizzo di posta completo utilizzato per la registrazione per esempio rosa.rossi@alece.it
Tipo utente: selezionare "utente esterno"
Password: quella impostata per creare l'utente esterno

La prova. Ambiti disciplinari e tipi di attività

  • La prova è stata progettata non tanto per misurare, sul modello dei test a risposta chiusa, solo il possesso di conoscenze (generali e particolari). Si tratta di un aspetto presente e sicuramente importante, ma non vuole essere l'elemento qualificante della proposta, che punta invece a verificare abilità e competenze nella comprensione di testi, secondo tipologie con le quali gli studenti saranno chiamati a confrontarsi, e nella produzione scritta. La scelta di dedicare una sezione del test a un esercizio di individuazione di errori vuole ricordare l’importanza di un sicuro possesso delle competenze linguistiche di base.
  • Il possesso delle conoscenze essenziali nelle varie materie viene controllato con il meccanismo dei quesiti a risposta multipla. Per valutare le competenze di comprensione testuale si propongono analisi di brevi testi attraverso cinque domande anch'esse a risposta multipla. Il percorso di verifica si completa con la composizione di un testo breve a partire da una traccia data.
  • Il livello di difficoltà delle prove proposte è volutamente differenziato, con alcuni quesiti (e prove) abbastanza elementari accanto a quesiti (e prove) più complessi. Rivolgendosi a studenti con una formazione disomogenea qual è quella di chi proviene da scuole che hanno riservato tempi e spazi diversi alle discipline proposte, la prova è stata calibrata in modo tale che il livello della sufficienza dovrebbe essere raggiunto da chi ha conseguito la maturità, qualunque sia la scuola di provenienza e la votazione riportata; i livelli più alti dovrebbero far pensare ad una buona o ottima preparazione nei campi disciplinari specifici. Si consiglia anche, in caso di insufficienza, di ritentare la prova.
  • La prova è così articolata:


  • Area finalità modalità numero prove valutazione
    Cultura generale verifica conoscenze correzione automatica 15 domande a risposta chiusa sufficienza 9 risposte esatte
    A – Individuazione errori verifica conoscenze correzione automatica 5+5+5 domande a risposta chiusa sufficienza 3+3+3 risposte esatte
    B-Area disciplinare verifica conoscenze (3 tipologie) correzione automatica 5+5+5 domande a risposta chiusa sufficienza 3+3+3 risposte esatte
    C-Area disciplinare comprensione del testo (3 tipologie) correzione automatica 5+5+5 domande a risposta chiusa sufficienza 3+3+3 risposte esatte
    D-Area disciplinare produzione del testo correzione docente o tutor breve testo da valutare da parte di un docente o tutor
  • Le prove sono destinate ai singoli corsi di laurea secondo lo schema seguente. La prova completa per valutare l'accesso al corso di laurea in Storia comprenderà quindi la prova di Cultura generale, la prova di individuazione errori (A), le prove di Italiano (B,C) e le prove di Storia (B,C).


  • Corso di laurea Prova Prova Prova Prova Prova
    Lettere Cultura generale Individuazione errori (A) Italiano (B,C) Storia (B,C) ---
    Storia Cultura generale Individuazione errori (A) Italiano (B,C) Storia (B,C) ---
    Filosofia Cultura generale Individuazione errori (A) Italiano (B,C) Storia (B,C) Filosofia (B,C)
    Scienze dei beni culturali Cultura generale Individuazione errori (A) Italiano (B,C) Storia (B,C) ---
    Scienze umane dell'ambiente, del territorio e del paesaggio Cultura generale Individuazione errori (A) Italiano (B,C) Storia (B,C) ---